dic
09

13 dicembre h. 14 Teatro Forum – Chiesa Ortodossa Romena Santa Croce – Via Accademia Albertina 11 – Torino

Sguardi teatrali sulla violenza di genere nei processi migratori. Le migrazioni femminili e il caso delle assistenti familiari.

Immagine

ott
01

Mamre presenta “Mio fratello è figlio unico(ma ha molti follower) di Felice Di Lernia

Lunedì 16 Novembre  h 18  – Circolo dei Lettori – Torino – Mamre presenta ” Mio fratello è figlio unico (ma ha molti follower) di Felice Di Lernia.

Copertina

 

 

 

 

 

 

 

 

set
21

BIBLIOTECA VIVENTE. STORIE DI RITI DI PASSAGGIO – Torino Spiritualità

25 Settembre H 17-19:30 – Via Sant’Anselmo, 6  BIBLIOTECA VIVENTE. STORIE DI RITI DI PASSAGGIO -Torino Spiritualità

Venerdì 25 settembre- dalle 17:00 alle 19.30 Condominio di Via S.Anselmo 6

Non c’è prova migliore del progresso di una civiltà che il progresso della cooperazione.
(John Stuart Mill)
Via Sant’Anselmo 6, un indirizzo. Uno storico palazzo nel cuore del quartiere simbolo dell’integrazione. Tre famiglie che apriranno le porte delle loro case per ospitare i nostri Libri Umani. Questa la location della Human Library di Settembre 2015, inserita nel programma di Torino Spiritualità. Simbolo della potenza della condivisione delle storie e delle esperienze, la Human Library Torino cresce ancora e questa volta porta al cuore dei visitatori storie di integrazione, di scambi culturali. In questo momento delicato, Human Library vuole essere testimone anche di questo rito di passaggio che sta cambiando la nostra Storia. In un momento in cui la casa è simbolo più che mai di vita, Federico ed Erika, Carla e Mario, Norman e Sabrina ci offriranno le stanze del loro quotidiano che diventeranno teatro di confidenze e dialoghi certamente emozionanti.
Human Library Torino nasce da un’idea di Enrico Gentina (coordinatore e regista dell’Associazione Municipale Teatro) e Marco Pollarolo (Associazione Mamre onlus) e Cooperativa Progetto Tenda, che, dopo aver vissuto l’esperienza della Human Library durante un viaggio all’estero e durante i viaggi di migrazione in Italia, hanno fortemente voluto proporla al pubblico torinese.
Il progetto di Human Library è realizzato in collaborazione con il Comune di Torino, Assessorato Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie e Assessorato Cultura Turismo e Promozione della Città – Biblioteche Civiche Torinesi, l’Associazione Mamre Onlus, la Cooperativa Sociale Progetto Tenda e la Scuola Holden, Luce per la Vita Onlus, il mondo di Joele Onlus e Torino Spiritualità.
Entrando nello stabile di Via San’Anselmo, 6 si incontreranno i “librai” che presenteranno il catalogo dei libri umani presenti e il contenuto delle loro storie (le “quarte di copertina”) e accompagneranno il pubblico a conoscerli, per poter “leggere” la narrazione prescelta. L’ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Info bibliotecavivente@gmail.com

mag
13

19 maggio h 17-21 HUMAN LIBRARY DI MAMRE AL CIRCOLO DEI LETTORI

HUMAN LIBRARY

human-lib-8col

Quando a custodire le storie non sono fogli di carta ma persone, la biblioteca è fatta di voci, sguardi, condivisione fisica ed emotiva. Riti di passaggio – del progetto Voci e volti della Città di Torino – è il tema dell’appuntamento in compagnia dei libri viventi e i loro racconti.

Mamre Vi aspetta Martedì 19 maggio al Circolo dei Lettori, Palazzo Graneri della Roccia, Via Bogino, 9, Torino

 

Comunicato Stampa: HL Maggio 2015

nov
18

Domenica 23 novembre h. 13,00 – Spettacolo di Teatro Forum nell’ambito del progetto “Non solo parole” – finanziato dalla Compagnia di San Paolo – presso la Parrocchia Ortodossa Romena Santa Croce in via Accademia Albertina 11, Torino

In occasione del forum le donne rumene che hanno partecipato al laboratorio di teatro dell’oppresso, presenteranno al pubblico alcune situazioni di difficoltà collegate sia al profilo professionale dell’assistenza familiare sia all’essere donne lavoratrici e migranti con una famiglia lontana.

set
18

Venerdì 26 settembre h. 16.00 – STORIE DI MAESTRI: HUMAN LIBRARY ALLA TESORIERA – presso la Biblioteca civica musicale “Andrea della Corte” Corso Francia 186 Torino

 

E se le persone fossero libri? Se potessimo sfogliare le pagine più intime dell’anima di uno sconosciuto? Se potessimo ascoltare la sua voce e leggergli negli occhi la sua storia, le sue emozioni? Human Library è un progetto che, con delicatezza e originalità, permetterà a molti di vivere questa inconsueta esperienza, attraverso un ciclo di tre appuntamenti, ciascuno con un tema diverso: storie di maestri, storie di amicizia, storie d’amore (settembre, novembre e dicembre). I protagonisti/libri sono uomini e donne che desiderano condividere un episodio significativo della loro biografia. Sono persone comuni, italiani e stranieri, alcuni impegnati nel sociale, molti testimoni di esperienze toccanti: chi li leggerà potrà, se vorrà, interagire con loro, ed esplorare il loro cammino. Le storie avranno spunti divertenti, a tratti saranno malinconiche o avventurose e abbracceranno diversi aspetti della vita di una persona. Saranno anche storie di musica e di musicisti, in percorsi narrativi fatti di esecuzioni e parole. La Human Library è un modo per scoprire se stessi attraverso l’altro, appassionandosi alla sua storia, proprio come quando si legge un libro tutto d’un fiato. E’ un’occasione per avere risposte anche inaspettate a domande che non abbiamo mai posto, o mai osato porre. E’ un’opportunità per comprendere quanto le persone, benché spesso profondamente diverse l’una dall’altra, siano accomunate da reazioni e sentimenti universali.

Il progetto nasce da un’idea di Enrico Gentina (coordinatore e regista) e Marco Pollarolo (Associazione Mamre onlus) e Cooperativa Progetto Tenda, che, dopo aver vissuto l’esperienza della Human Library durante un viaggio all’estero e durante i viaggi di migrazione in Italia, hanno fortemente voluto proporla al pubblico torinese.

Il progetto di Human Library è realizzato in collaborazione con il Comune di Torino, Assessorato Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie e Assessorato Cultura Turismo e Promozione della Città – Biblioteche civiche torinesi, l’Associazione Mamre Onlus, la Cooperativa Sociale Progetto Tenda e la Scuola Holden, Luce per la Vita Onlus e il mondo di Joele Onlus.

Il primo incontro, inserito nel programma di Torino Spiritualità, si svolgerà presso la bellissima Biblioteca civica musicale “Andrea Della Corte”, presso la Villa Tesoriera, Corso Francia 186, Torino

Venerdì 26 Settembre dalle h. 16.00 alle h. 19.00

Intervento musicale a cura di Maurizio Redegoso Kharitian.

Entrando in biblioteca si incontreranno dei “librai” che presenteranno il catalogo dei libri umani presenti e il contenuto delle loro storie (le “quarte di copertina”), e accompagneranno il pubblico a conoscerli, per poter “leggere” la narrazione prescelta.

Per motivi logistici sarà possibile accogliere un massimo di 100 lettori. Per facilitare l’accesso del pubblico saranno distribuiti dei tagliandi – ad personam – a partire da un’ora prima dell’evento fino all’ esaurimento dei posti disponibili.

Per info: bibliotecaviventetorino@gmail.com

set
04

16 settembre – h. 21,30 T A R T I T in concerto, primo gruppo musicale tuareg fondato da donne e guidato da Fadimata Walet Oumar, artista e attivista per i diritti delle donne tuareg attraverso l’associazione Tartit’n’Chetma, alla Casa del Quartiere di Via Morgari 14 a Torino

Fadimata2

Tartit è il primo gruppo musicale tuareg fondato da donne e guidato da Fadimata Walet Oumar, artista e attivista per i diritti delle donne tuareg attraverso l’associazione Tartit’n’Chetma. Formatosi nel 1995 in un campo profughi in Mauritania dove i tuareg si rifugiarono durante la ribellione contro gli Stati designati dalle decolonizzazioni africane, il gruppo Tartit è composto da cinque donne e cinque uomini che provengono dalla regione di Timbuctu, in Mali. Gli strumenti sono quelli tuareg, il tamburo tindé, la viella monocorde imzad e il liuto tehardent. Con le sue musiche, danze, poesie, il gruppo si fa portavoce dei messaggi di pace del popolo del deserto, delle sue rivendicazioni e della sua ricca cultura.

mag
07

10 maggio h. 17.00 – 19.30 – HUMAN LIBRARY DI MAMRE AL SALONE OFF 2014

Logo human library

 

In occasione del Salone OFF del libro, sabato 10 maggio alle ore 17, l’Associazione Mamre, in prossimità della sede di via Saluzzo 30, propone in collaborazione con Enjoy San Salvario una Human Library, dislocandola nei seguenti locali:

• Libreria az
• Atelier Giorgi
• Caracol
• One edge

La Human Library è una biblioteca vivente in cui i lettori hanno l’occasione di prendere in prestito dei libri viventi, in carne ed ossa, sfogliando il racconto della loro vita in una conversazione informale a quattr’occhi. In questo modo, i libri umani trovano uno spazio di conversazione per raccontare e mettere in discussione la propria storia, mentre i lettori hanno l’occasione di andare oltre i propri pregiudizi o stereotipi potenziando la capacità di ascolto e comunicazione. 

Con la Human Library, al posto dei volumi si può «prendere in prestito» una persona che racconterà in venti minuti una storia riguardante la sua vita; quei 20 minuti racchiuderanno frammenti, aneddoti o fasi salienti di vita vissuta che il Book decide di condividere intimamente con il singolo lettore.
Presso la sede di Mamre in Via Saluzzo 30, i potenziali lettori riceveranno il catalogo e incontreranno i librai che li accompagneranno ai libri viventi che i lettori sceglieranno.
La Human Library che l’Associazione Mamre Onlus promuove in collaborazione con Enjoy San Salvario parte dal presupposto che tutte le persone hanno una storia da raccontare, ogni esistenza ha in sé il potenziale per diventare un incredibile romanzo. I migranti, con il loro vissuto, ci portano la sintesi di culture e la possibilità di immergerci in realtà ricostruite attraverso la loro testimonianza.
Come afferma il protagonista di “Novecento” di A. Baricco, Danny Boodmann T.D. Lemon Novecento, il più grande pianista che abbia mai suonato sull’Oceano. “Non sei fregato veramente finché hai da parte una buona storia, e qualcuno a cui raccontarla”.